I magredi: le terre magre di Pordenone

Magredi

I magredi: le terre magre di Pordenone


I magredi del Cellina-Meduna si trovano nella parte occidentale dell’alta Pianura Friulana, da Montereale Valcellina a Maniago e si protende a ventaglio fino a Cordenons e Pordenone. Magredo significa terra magra, cioè arida e povera d’acqua per la presenza di sassi, anche se il regime delle precipitazioni rende il Friuli Venezia Giulia una delle regioni più piovose d’Italia. Il fenomeno all’origine di questo territorio particolare è il deposito nel corso dei secoli delle rocce e dei sassi erose dai fiumi a monte e il conseguente sprofondamento nel terreno dei fiumi Meduna e Cellina che letteralmente scendono in profondità ad alimentare le falde acquifere per poi riaffiorare più a valle.

Sono certamente i sassi (claps in friulano) l’elemento più caratteristico dei magredi da cui deriva l’eccezionale singolarità di questo ambiente, il suo particolare microclima e di conseguenza il paesaggio vegetale e le componenti della sua fauna. Oltre che dai sassi l’ambiente dei magredi è caratterizzato da vaste praterie composte per lo più da graminacee e piccoli arbusti come il rovo e la rosa canina.